Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

wmg2013-04.03.2013Torino: ieri nella terza giornata ai World Master Games di Badminton in campo il big match della categoria recreational.

Conclusi i gironi del 45+ e del 50+. Vittoria dei cino - americani di Wolf 50+ che vincono in finale sui neo zelandesi di Ohakune 50’ s. Terzo posto del girone per gli australiani di Kangaroos 3.

Nella categoria 45+ una grande finale tra Challenger (RUSSIA) e Wolf 45 (USA) ha dato la vittoria ai russi per 6 a 3.

Niente da fare per gli italiani che perdono 9 a 0 contro i canadesi di Fleur De Lys. Vicinissimi alla vittoria nel misto con Passador e Rayappan.

In campo oggi tutte le finali delle categorie Competitive e Open.

La gara degli italiani

Stefano Zanini del Team Italia 1 ci racconta l'esperienza contro i canadesi:"l’obbiettivo era quello di vincere almeno un match ed onorare così la partecipazione ai WMG. I canadesi erano i favoriti avendo battuto per 5-4 il Team USA nella prima giornata e oggi si giocavano la medaglia d’argento con un occhio ai risultati del campo vicino dove si affrontavano i forti russi del team Challenge e gli americani del Wolf 45.

 Fin dall’inizio la possibilità di vincere un match sembrava alla portata di Italia 1. Gli incontri sono stati quasi sempre tiratissimi ma sempre a vantaggio dei canadesi, nel doppio misto  la coppia Passador/Rayappan si è portata vicinissima alla vittoria cedendo al terzo set. Nel doppio maschile 1 la coppia Passador/Zanini  ha tenuto il ritmo dei canadesi punto su punto fino alla metà del secondo set dove, dopo la pausa, non sono riusciti più a rispondere al veloce e potente gioco d’attacco dei canadesi che non concedono più un punto agli avversari.   Risultato finale dell’incontro 9-0 anche per la terza giornata con un solo set all’attivo del team italiano.

Riassumendo questi tre giorni di gare si può dire che gli incontri  sono stati decisi più dall’esperienza e tradizione straniera nel doppio che dai  valori dei singoli.  Facciamo tesoro di questa esperienza per i prossimi giochi in Nuova Zelanda dove si spera in una maggiore partecipazione degli italiani".

Link del torneo:

http://www.tournamentsoftware.com/sport/matches.aspx?id=0D65D136-D48C-41CE-9177-DCFD2A3B9C87&d=20130805

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} }); jQuery.urlShortener.settings.apiKey='AIzaSyB9Z_0jbJ4-cZAis8KkEgZE2iGWFTQd8nE'; jQuery.urlShortener({ longUrl: "", success: function (shortUrl) { //shortUrl -> Shortened URL jQuery("meta[property='og:url']").attr('content',shortUrl); href=jQuery("#twitterhref").attr('href'); jQuery("#twitterhref").attr('href',href+'&url='+shortUrl); }, error: function(err) { alert(JSON.stringify(err)); } }); jQuery.urlShortener.settings.apiKey="AIzaSyB9Z_0jbJ4-cZAis8KkEgZE2iGWFTQd8nE"; jQuery.urlShortener({ longUrl: "https://www.badmintonitalia.it/news/campionati/991-Campionati-Italiani-a-Squadre-2009/2010.html", success: function (shortUrl) { //shortUrl -> Shortened URL jQuery("meta[property='og:url']").attr('content',shortUrl); href=jQuery("#twitterhref").attr('href'); jQuery("#twitterhref").attr('href',href+'&url='+shortUrl); }, error: function(err) { //alert(JSON.stringify(err)); } });